4,3 miliardi di dollari di multa a Google. Per Android è l'inizio della fine?

Multa Google Multa Google Credits by: aztecanoticias
Già l'anno scorso Google era stata multata per una cifra record. Quest'anno l'antitrust Europea si è ripetuta mettendo davvero in difficoltà il gigante delle comunicazioni web. Scopriamo cosa rischia davvero Google e quali sono gli scenari peggiori.

4.3 miliardi di euro di multa. Sembra una cifra irreale ma è questa la "sanzione" inflitta a Big G dall'antitrust Europea di Bruxelles. Il motivo è presto detto: abuso di posizione dominante per il sistema operativo di Google (Android ovviamente).
 
Le motivazioni dell'ente sono principalmente tre:
  • Imposizione da parte di Google ai produttori di smartphone e tablet di preinstallare le applicazioni base di Google. Nello specifico nel dossier è chiaro che per ottenere la licenza di Android e al play store il produttore doveva installare google search e il browser su cui si appoggia, ossia chrome;
  • Inoltre si dichiara che: "Google ha pagato alcuni grandi produttori e operatori di reti mobili affinché preinstallassero a titolo esclusivo l’applicazione Google Search sui loro dispositivi";
  • Infine Google ha impedito ai vari produttori di sviluppare nuovi sistemi operativi limitando così il loro sviluppo. Nello specifico nessun dispositivo non approvato da Google poteva essere messo in commercio;
Le mosse di Google ora sono chiare. Ricorranno in appello. Il Ceo di Google Sundar Pichai dichiara in merito: "Finora il business model di Android ha fatto sì che non abbiamo dovuto far pagare ai produttori di telefoni la nostra tecnologia ma siamo preoccupati che la decisione di oggi possa turbare l'equilibrio raggiunto con Android e che invii un segnale preoccupante a favore dei sistemi proprietari rispetto alle piattaforme aperte". Ora Google ha 90 giorni di tempo per adeguarsi e che comunque, come detto direttamente dai vertici Google, sembra aver subito il colpo davvero dichiarando che se la situazione non si risolverà c'è la possibilità di un cambio di rotta epocale per android: far pagare i produttori per installare il sistema operativo di Google sui proprio dispositivi.
Margrethe Vestager, la commissaria incaricata del casodichiara che Google "ha 90 giorni di tempo per mettere fine alle pratiche anticoncorrenziali. Se non si adeguerà, l'azienda rischia di pagare una penale del 5% del fatturato di Alphabet". Un colpo durissimo anche per un gigante del web come Google.

Anche google shopping sotto il mirino dell'antitrust

L'anno scorso era entrato del mirino dell'Antitrust europea invece google shopping, il servizio di google che gestisce i prodotti all'interno della serpe del motore di ricerca. Anche in questo caso si criticava il danno arrecato agli altri produttori che non usavano tale sistema innovativo in quanto venivano penalizzati rispetto ai concorrenti che utilizzavano la piattaforma. Anche qui la multa è stata salata: ben 2,2 miliardi.

Google comunque ha già dei piani ben precisi per evitare nuove sansioni. Parleremo presto di Fuchsia.

Read 111 times
Go to top