Microsoft non ha le tecnologie VR tra le sue priorità: punterà sulla MR

Microsoft MR Microsoft MR Credits by: neowin.net - Rich Woods
Microsoft sta rivedendo i suoi piani per ciò che riguarda VR e Mixed Reality collegate ai nuovi modelli di Xbox. Scopriamo il perchè!

All'inizio del 2017 Microsoft aveva fatto grandi proclami riguardo a un possibile approdo di applicativi VR su piattaforma Xbox One ma, nelle ultime settimane, i vertici della società di Redmond stanno cambiando i loro piani.
 
Un netto cambio cambio di rotta rispetto ai proclami del 2017 e rispetto ai piani di Sony che, invece, intende investire tempo e denaro per accessori di VR. Analizzando i dati degli ultimi trimestri, è in effetti emerso che il mercato della VR, non è ancora decollato. Microsoft sta monitorando la situazione restando vigile sull'argomento. Le motivazioni di questa scelta strategica sono presto dette:
  • Paura di un nuovo fallimento stile Kinect (progetto che non prevedeva supporto ottimale per gli sviluppatori);
  • Valutazione complessiva del mercato della VR non fiorente;
  • Tecnologie degli accessori costose;
  • Limitazione della tecnologia a modelli di piattaforme di alto livello;

Valutazioni finali e prospetti futuri

Microsoft ha però una strategia chiara e ponderata: spostare l'attenzione sulla Mixed Reality. 

La Mixed Reality o MR è una tecnologia ibrida tra mondo reale e virtuale. Una sorta di realtà aumentata mista a virtualità aumentata con una tecnologia immersiva. Una soluzione che ha dei punti a favore: questa tecnologia è un buon compromesso tra ottimizzazione dei costi e risultati. Infatti, la Mixed Reality può girare su piattaforme anche meno performanti rispetto alla Virtual Reality e gli accessori necessari sono meno costosi per quello che riguarda la realizzazione e la conseguente commercializzazione.

Se la Mixed Reality sarà sicuramente utilizzata da Microsoft in futuro, non è assolutamente vero però che questa tecnologia sarà legata a Xbox, anzi, tutt'altro:

Ecco le dichiarazioni di Nichols, Chief Marketing Officer di Microsoft a GamesIndustry.biz:

"Non abbiamo piani specifici per le console Xbox, sia per la realtà virtuale che per quella mista. Siamo persuasi che il PC sia sempre stato e continui ad essere la migliore piattaforma per un’esperienza VR e MR il più immersiva possibile. In quanto piattaforma aperta, permette un’iterazione più veloce e più rapida. Ci sono molte aziende che stanno investendo in questo sul lato hardware e dei contenuti. Ovviamente anche sui telefoni la realtà aumentata gode di un buon scenario che è destinato a crescere. Ma per quanto riguarda Xbox, no. Il nostro obiettivo principale sono le esperienze che giochereste sulla vostra TV che in definitiva vorremmo rendere più diffuse."

Ecco spiegata la vera strategia: investire soprattutto sulla MR, senza escludere a priori la VR ma utilizzando altre piattaforme più "modulari" come ad esempio i classici PC.

 

 

 

Read 162 times
Go to top