Apple e android pronte a sbarcare sulle autovetture

Infotainment touch screen Infotainment touch screen

Se il mercato degli smartphone è ormai saturo, le grandi aziende che forniscono i sistemi operativi devono testare necessariamente nuovi terreni per essere competitivi. Apple con iOS e Google con Android, sono in prima linea.

I tentativi come i google Glass o i display con tecnologie avveniristiche come la flessibilità o la trasparenza sono difficili da testare e proporre al grande pubblico. Le auto, invece, potrebbero essere un terreno fertile e sicuro.
Ormai da anni qualunque nuova autovettura ha un sistema di infotainment, ovvero un computer di bordo che permette semplici operazioni come gestire le funzioni dell'autovettura, riprodurre musica e video, mettere in vivavoce una chiamata, o attivare il navigatore. Apple e Google hanno fiutato l'affare ed hanno prontamente attivato investimenti e risorse.

Al CES 2014, che si terrà a Las Vegas prossimamente, android sfornerà delle novità in chiave automobilistica: Goole è pronta a rilasciare delle piattaforme definite "smart car". La fonte di questa notizia proviene dall'autorevole wall street journal. 
Apple, invece, si è ben affermata oramai da anni nel settore automobilistico con diverse collaborazioni con le grandi case, soprattutto quelle di lusso.

IOS in the car

Questa volta è stata Apple ad arrivare per prima. Già nel giugno di questo anno, al Worldwide Developers Conference di Apple, l'azienda della mela morsicata ha testato e sviluppato iOS in the car. Questo sistema di infotainment touch screen è basato sul sistema operativo IOS7 e non differisce molto da quello che troviamo su Iphone.
Le funzioni supportate fino ad ora sono infatti:

Siri: l'ormai celeberrimo assistente vocale di Apple
Imessage
Satnav (sistema di navigazione) 
Telefono
Musica

Le case automobilistiche che hanno aperto le porte a iOS in the car sono quelle più importanti a livello mondiale: Audi, Jaguar, BMW e Mercedes-benz.
L'idea di Apple in the car è quella di inserire nel cruscotto dell'autovettura delle semplici applicazioni in stile ios7. Apple, così facendo, si è in poco tempo accaparrata tutta la fetta di questo nuovo mercato. C'è però da dire che per ora le collaborazioni sono solo teoriche.
E google?

Google e Audi

L'azienda di Montain veiw ovviamente non vuole essere da meno, e negli ultimi giorni ha messo le mani su una collaborazione davvero redditizia: quella con Audi. Anche se la casa automobilistica tedesca ha già un accordo con Apple. La forza di Google è, però, la concretezza. Mentre Apple ha stretto accordi solo teorici, Android potrebbe sbarcare su tutta la gamma Audi molto presto.
Secondo indiscrezioni, a differenza di Apple, Google ha deciso di concentrarsi solo su Audi e non su tutta la gamma dei principali produttori automobilistici e dalle nuove news trapelate, il cuore del nuovo sistema operativo di Google sarà Miracast.

Google in the car e Miracast

Miracast è un sistema peer-to-peer che funziona grazie al wi-fi ed è possibile condividere film HD, musica ad alta qualità e messaggi. È già utilizzato per la condivisione di files sugli smart tv e nei sistemi chromecast. Sarebbe quindi necessario installare, ovviamente, miracast sia nel computer di bordo della macchina ma anche sul dispositivo android (smartphone, tablet, o forse pennetta usb).
Secondo la fonte del Wall street journal, la collaborazione si avvarrebbe del supporto di Nvidia, la famosa casa produttrice di schede video.
Audi attualmente utilizzava In-house come piattaforma di infotainment ma già da anni inserisce nelle funzioni della piattaforma, sia Google Maps che Google Earth. 

Conclusioni

La concorrenza per Android e Apple sarà principalmente MirrorLink, sviluppato dal consorzio Car Connectivity. Inoltre, come confermato da Elon Musk, anche Tesla sarebbe in procinto di abbracciare android come pannello di infotainment per il suo modello S con il supporto al browser Chrome.
Da ricordare infine che, se Apple ha dalla sua il supporto ad Iphone per la maggior parte delle case produttrici di auto, Google vanta la possibilità di collegare il suo Nexus 7 al cruscotto delle autovetture.
Anche qui la battaglia è solo agli inizi!

Read 2155 times
Go to top