Agosto 2014, il mese di "Rosetta"

Rosetta in una rappresentazione artistica Rosetta in una rappresentazione artistica DLR German Aerospace Center
6 Agosto 2014 - "Ciao cometa"
Dopo un viaggio durato dieci lunghi anni e dopo aver percorso più di sei miliardi di chilometri, la sonda ESA "Rosetta" ha raggiunto la cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko.
Comet on 3 August 2014La cometa ripresa il 3 Agosto 2014 - ESA

L'idea di questa missione nasce negli ormai lontani primi anni 80, quando la sonda Giotto effettuò con successo un "flew-by" della cometa 1P/Halley, aprendo la strada ad una serie di domande sfociate in questa emozionante missione.

Rosetta ed il suo compagno di viaggio "Philae" sono partiti il 2 Marzo 2004 a bordo di un razzo Ariane 5 dall'isola di Kourou nella Guyana Francese. Visto che il loro percorso non è stato diretto, perchè tecnicamente irrealizzabile, la soluzione impiegata è stata tutt'altro che banale. Come si può vedere nel video seguente che riassume tutta la missione, il calcolo della giusta traiettoria ha impegnato molto i progettisti.



Alla fine, per poter "entrare" nella stessa orbita della cometa, sono stati necessari nell'ordine: un sorvolo della Terra, uno di Marte ed altri due della Terra. Questi sorvoli, detti anche fly-by, hanno la duplice funzione di correggere la traiettoria dei satelliti e di sfruttare il cosiddetto effetto "fionda gravitazionale" che ne aumenta la velocità grazie alla forza "g" del pianeta.

Tra le varianti di cui si è dovuto tener conto durante la fase di "inseguimento" della cometa sono state fondamentali il controllo della velocità del modulo, maggiore di quello della cometa e la gestione della lunghissima "frenata" per rallentare la corsa nelle fasi finali.

Durante il viaggio Rosetta ha anche effettuato il sorvolo degli asteroidi Steins e Lutetia.
Mosaico di immagini dell'asteroide Steins
Mosaico di immagini dell'asteroide Steins - Credit by ESA ©2008 MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/RSSD/INTA/UPM/DASP/IDA

Lutetia visto dal punto più vicino
Lutetia visto dal punto più vicino - Credit by ESA 2010 MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/RSSD/INTA/UPM/DASP/IDA

Le sfide superate, oltre che di natura "orbitale" sono anche state di natura tecnica, è infatti stato necessario "ibernare" la sonda, spegnendo quasi tutti gli strumenti di bordo per due anni e mezzo! Questo si è reso necessario per preservare le batterie nel momento in cui Rosetta si trovava nel punto più distante dal sole, dove i suoi pannelli solari ad alta efficienza non avrebbero comunque potuto fornire la necessaria potenza a tutti gli apparati.



A partire dal 20 Gennaio 2014 tutti gli strumenti di bordo sono stati "risvegliati" e sono cominciate le operazioni di controllo in vista dell'imminente "incontro". Conseguentemente sono iniziate anche le manovre di correzione di velocità e traiettoria.

Ad oggi tutto procede secondo le previsioni e anche se pochi giorni fa Rosetta ha raggiunto l'obbiettivo, siamo ancora nelle fasi iniziali: la missione nominale infatti si protrarrà sino a Dicembre 2014 e durante questo periodo la cometa raggiungerà il Perielio dal Sole (la minima distanza), sviluppando la sua chioma.

Mentre vi scrivo sono in corso le operazioni di stabilizzazione dell'orbita di Rosetta intorno alla cometa, grazie ad una serie di spettacolari manovre:


Altro importante obbiettivo è l'atterraggio sulla cometa di "Philae", il compagno di viaggio di Rosetta. Il lander verrà rilasciato dalla "nave madre" nel mese di Novembre per atterrare sulla superficie di P67 e una volta ancorato al suolo comincerà a perforarne la superficie per prelevare campioni da analizzare con gli strumenti di cui è dotato.

Rosetta e Philae sono due nomi fortemente evocativi per la missione: Rosetta è la famosa stele grazie alla quale è stata tradotta la scrittura a geroglifici dell'antico Egitto, mentre Philae è l'isola dove è stata rinvenuto un obelisco che ha aiutato la comprensione della stele di Rosetta.

Infine, visto che le comete sono considerate i mattoni primordiali del nostro sistema solare, speriamo che queste due sonde possano aiutarci nella comprensione dei fenomeni che ne hanno causato la formazione e l'evoluzione.


Momenti salienti dall Centro Controllo Missione di ESA durante l'arrivo alla cometa 67P/C-G il 6 Agosto 2014.
Include aggiornamenti live dal gruppo controllo volo di Rosetta, conferma dell'entrata in orbita e presentazione delle ultime immagini e risultati scientifici.
Title
Rosetta arrival highlights - Released 06/08/2014 - Length 00:06:37 - Language English - Footage Type Live Footage - Copyright ESA

 

Approfondimenti:

Read 1827 times
Go to top