Dolcissimo Robot per la ricerca sui Pinguini Imperatore

Pinguino Robot Pinguino Robot AP / Frederique Olivier, Downer Productions Fonte: AP
Realizzato un piccolo e dolce robot (rover) in grado di infiltrarsi nelle colonie dei timidissimi Pinguini Imperatore. 
Da sempre, i ricercatori hanno interagito direttamente con i pinguini grazie a dai transponder sottocutanei passivi integrati (PIT) grazie ai quali riuscivano ad utilizzare l'identificazione a radiofrequenza (RFID) per raccogliere dati preziosi sulle attività e la salute degli uccelli.
Dal momento che la massima distanza di lettura tra i box e l'RFID è di circa 60 centimetri, il grande problema era trovare qualcosa in grado di arrivare abbastanza vicino ai pinguini per raccogliere i dati. Operazione non semplice visto che di natura i pinguini imperatore percepiscono immediatamente la presenza umana e reagiscono aumentando la frequenza cardiaca (che non torna alla normalità per un lasso di tempo significante).

In un documento presentato alla rivista di ricerca Nature Methods, gli scienziati hanno descritto il primo metodo utilizzato per avvicinarsi ai pinguini con un rover telecomandato. Grazie alla sua doppia antenna, aveva il vantaggio di catturare più facilmente i dati da una zona più ampia.

Il passo successivo è stato quello di creare un rover telecomando travestito da pulcino che permetteva l'osservazione e il controllo da più di 650 metri di distanza.
In realtà prima di riuscire a trovare il "travestimento" corretto per il rover sono stati fatti vari tentativi in quanto i pinguini ne erano costantemente spaventati. Il robot pinguino definitivo è ricoperto di peli grigi, ha il becco e le braccia nere, e una faccia dipinta di bianco e di nero.



La reazione dei pinguini è stata incredibile e nessuno di loro è scappato via. Inoltre i pinguini adulti stavano cercando di trovare un compagno per accoppiarsi e davanti al rover sono rimasti in attesa di una risposta che tuttavia non è arrivata in quanto i ricercatori non avevano programmato il robot per l'emissione di suoni particolari. I pinguini sono rimasti molto delusi.

Grazie al rover libero di muoversi fra i pinguini e di raccogliere i dati, i ricercatori hanno ottimizzato i mezzi per le loro ricerche. Inoltre nell'arco di 6 anni (2008-2014), i ricercatori hanno migliorato anche il pulcino robot, arrivando allo sviluppo di un rover completamente mimetizzato e che addirittura nasconde completamente le quattro ruote.

In futuro, i ricercatori prevedono di utilizzare un robot più autonomo.
Read 1329 times
Go to top