Ti trovi qui:Scienza e Tecnologia»Articoli»Robotics»I Droni: La passione per il volo


I Droni: La passione per il volo

Drone Medical AR-I Wireframe Drone Medical AR-I Wireframe o--Xypher--o
Milano, 16-18/05/2014: "Wired Next Fest 2014"  - Roma 25/05/2014: Roma Drone Expo&Show                                                                                 

Wired Next Fest 2014 - Dronemania

Mini conferenza sui Droni dallo splendido titolo di "Dronemania"
Dell’argomento ne hanno parlato: Nicolas Lozito, appassionato di droni, coautore dell’e-book “La guerra dei droni” e fondatore della start-up iMerica, e Luciano Castro, giornalista appassionato di droni e organizzatore del “Roma Drone expo&show”.
Dronemania
Dronemaina
Nicolas dopo una breve introduzione sull’uso militare di tali dispositivi, ha deciso di spostare la sua attenzione sui droni civili ed in particolar modo sullo stato dell’arte della produzione italiana.
Nel suo interessante intervento si sofferma anche a parlare dell'utilizzo dei droni per il trasporto di merci e racconta come grazie alle analisi effettuate, si sia capito essere impensabile. Nicolas conferma inoltre che la notizia data in tal senso da Amazon era solo una trovata pubblicitaria.

Il giusto percorso

I droni devono fare cose semplici ed essenziali
I droni sono da considerarsi come un'estensione del proprio orizzonte, come se si avesse a disposizione un braccio più lungo che ti permette di arrivare dove prima non ti era possibile. Oltre a poter scattare foto, fare riprese e analizzare obbiettivi ad alto contenuto (telemetria, topografia, cartografia), si possono sfruttare questi droni in campi quali l'agricoltura, l'edilizia e la sicurezza.
Nell’agricoltura per esempio si possono sorvolare vaste aree per controllare le colture, il tasso di umidità derivato dall’irrigazione o lo sviluppo delle piante in base all’esposizione solare.
Nell’edilizia si possono supervisionare cantieri molto estesi, pensiamo ad esempio ad una strada in costruzione.
Nei settore della sicurezza e sorveglianza, l’utilizzo è altrettanto importante poichè si possono sorvolare aree difficilmente raggiungibili in seguito a calamità o a causa di contaminazioni letali, o ancora per proteggere da intrusioni e furti le grandi proprietà, i capannoni, ecc. Se si pensa all'utilizzo di velivoli tradizionali come elicotteri o aerei, si capisce immediatamente come ci sia un notevole risparmio di tempo e investimenti decisamente ridotti.
In Italia ci sono varie realtà che lavorano in questo settore, a partire dai fotografi/cineoperatori fino ad arrivare alle aziende che costruiscono droni e che pensano anche all’export.
In questo siamo bravi, siamo ottimi ingegneri, alcune aziende sono nate da spin-off universitarie o da aziende che a livello “artigianale” costruiscono il loro drone su misura. Non mancano nemmeno i big del settore aerospaziale.

Sicurezza - Il punto critico

Molti prodotti utilizzano tecnologie non ridondanti ed è sempre possibile che il velivolo precipiti. Se questo dovesse accadere danneggiando persone o cose di rilevante valore come un monumento, il risultato sarebbe un crollo immediato del mercato dei droni che rischierebbe di bloccarlo irrimediabilmente.
In Italia l’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) ha pubblicato, per prima in Europa, un regolamento che è entrato in vigore il 1 maggio in cui si evince immediatamente come si sia passati da una situazione paradossale, dove tutto era vietato ma si faceva comunque, ad una situazione regolamentata che permette varie attività e fissa il primo punto d’inizio per la nascita di un vero settore del drone
Tutto questo a patto che le realtà al momento esistenti cerchino una collaborazione sinergica che permetta di prepararsi ed essere competitivi sul mercato, magari sfruttando la manifestazione “Roma Drone” organizzata da Luciano Castro e che si terrà a Roma il 24 e il 25 Maggio.

Roma Drone expo&show

Roma Drone expo&show
Roma Drone expo&show
Luciano Castro, mosso dalla passione per il volo, spiega che “Roma Drone expo&show”  non è da considerarsi una semplice fiera, ma un vero e proprio salone areonautico sui droni, che si dividono in due classi principali, ovvero gli A.P.R. (i veri e propri droni: Aereomobili a Pilotaggio Remoto) che arrivano ad essere macchine molto complesse, e gli aeromodelli o droni giocattolo, cosi come vengono definiti dall’ENAC.
A “Roma Drone” si cercherà di mostrare lo stato dell’arte, dando alle varie aziende la possibilità di confrontarsi con il crescente interesse del pubblico su questo tema. L’evento che si svolgerà presso lo stadio di calcio “Berra”, ospiterà una trentina di stands, offrirà conferenze ed un’area dedicata al volo.
Inoltre verranno mostrati in visione statica:
  • un mockup in scala 1/1 del “Predator”, grande macchina con 15 metri di apertura alare ad uso militare per azioni belliche e per la sorveglianza, attualmente impiegata anche per il pattugliamento nell’operazione “Mare Nostrum”;
  • lo Strix C, nuovo drone di dimensioni più piccole comandato da un pilota ed un operatore per individuare le attività nemiche.
Oltre ai droni militari vi saranno anche macchine create da aziende del settore aerospaziale, come “Asio” di Selex SE e tante altre, che sicuramente attireranno la curiosità del pubblico. Non mancheranno i droni commerciali definiti aeromodelli e dedicati allo svago ed al divertimento.
L’appuntamento è quindi per il 24 ed il 25 maggio presso lo stadio Alfredo Berra in via G. Beratti a Roma.
Ci vediamo li!

Aggiornamento 25-05-2014 - Ecco le immagini e i video del Roma Drone Expo&Show

 




Informazioni aggiuntive

Galleria immagini

View this photo set on Flickr

Forse ti interessa anche....