Arrivano le formiche robot per rivoluzionare l'industria in crisi

Formica robotica BionicANTs Formica robotica BionicANTs Credits by spectrum.ieee.org
L'industria è in crisi? Chissà se le formiche robot risolveranno almeno il problema della manodopera.

Eh si, dopo il robot ragno che tesse la sua tela, ecco le formiche robot che sostituirebbero gli operai nella fabbriche.

Andiamo nello specifico. Un team di ingegneri tedeschi della Festo Corporate hanno creato delle formiche robotiche definite BionicANTs.

Le formiche robot di Festo sono state create ad immagine e somiglianza dei piccoli ed operosi insetti per una ragione ben precisa. Anche in natura le formiche, come le api, sono molto collaborative tra di loro e questa caratteristica è stata sfruttata per raggiungere un traguardo molto importante.

Infatti, queste, come in natura, collaborano tra di loro per raggiungere uno scopo comune. Inoltre, ogni gruppo di formiche robotiche sviluppa determinati compiti. Insomma, come nella catena di montaggio umana, si persegue uno scopo comune, ma ogni elemento ripete un azione specifica.

Il Dr. Heinrich Frontzek, Responsabile delle Comunicazioni di Festo Corporate ha dichiarato: "Like their natural role models, the BionicANTs work together under clear rules. They communicate with each other and coordinate both their actions and movements. Each ant makes its decisions autonomously, but in doing so is always subordinate to the common objective and thereby plays its part towards solving the task at hand".

Ma come sono fatte le BionicANTs?

La forma è proprio quella di una formica. Sono presenti sei zampe realizzate in trasduttori flessibili in piezo-ceramica. Quelle anteriori sono utili per spostare un elemento da una parte all'altra, mentre quelle posteriori sono adibite a sviluppare velocità ed efficienza negli spostamenti.
L'intero progetto è impreziosito da conduttori visibili che, anche se sono elementi robotici, non minano la fattura naturale della forma dell'insetto.
Le dimensioni delle formiche sono piuttosto importanti (sono in pratica delle formiche giganti) e possono essere paragonati ad una mano umana.

Tutto il corpo delle BionicANTs è realizzato in plastica. Hanno a loro disposizione sensori e telecamere atte a far comunicare le BionANTs tra di loro. Le telecamere stereo sono utili per identificare la posizione reciproca delle formiche robot. Inoltre, sulle zampe sono applicate delle pinze atte a spostare con facilità anche oggetti piuttosto pesanti.

Le formiche vengono realizzate mediante una tecnologia di sintesi laser 3D MID e si ricaricano grazie alle antenne.

Festo Corporate con le BionicANTs ha lo scopo ben preciso di introdurre le formiche robotiche nell'industria, soppiantando, di fatto, gli umani. La collaborazione che è emersa tra i vari robot ha fatto ben sperare sulla possibilità d adattamento a diverse fasi di progettazione industriale.

Grazie a queste caratteristiche strutturali, le BionicANTs possiedono un metodo di produzione tutto loro che permette a queste formiche robotiche di sviluppare progetti complessi.
L'invenzione verrà presentata ad una delle più importanti fiere sulla tecnologia dell'industria, la Hannover Messe, che si terrà in terra teutonica il prossimo mese.

Ecco un video che ci fa vedere come agiscono le BionicANTs.


Secondo voi un invenzione di questo tipo può davvero rivoluzionare l'industria manifatturiera? Oppure sarà sfruttata solo per abbassare il costo della manodopera?

Solo il futuro ce lo dirà. Voi cosa ne pensate?

Read 1220 times
Go to top