Viaggio su Marte - L'italiano Dario Parastesh si racconta.

Dario Parastesh Dario Parastesh
Colonizzare Marte stabilendo un insediamento umano? Il mondo ci sta lavorando seriamente e l'Italia è li, in prima fila, grazie all'eccellenza di Dario Parastesh, un caro amico e collega Ingegnere di 28 anni che ho avuto il privilegio di conoscere qualche anno fa a Roma. In questo articolo desidero condividere con tutti voi il lavoro di preparazione che svolge Dario quotidianamente per realizzare il più grande passo mai fatto verso l'esplorazione del nostro sistema solare: la presenza umana su Marte.
Sono ormai tantissimi anni che l'umanità sogna e fantastica sui viaggi verso Marte e sulla possibilità di trovare delle forme di vita extraterrestri, e al Pianeta Rosso sono stati dedicati film, programmi, articoli e discussioni che sempre più spesso sottolineano come Marte possa essere il trampolino di lancio della razza umana verso il suo viaggio alla scoperta dell'universo.

La colonizzazione del Pianeta Rosso potrebbe aiutare la nostra comprensione delle origini del sistema solare, delle origini della vita e del nostro posto nell'universo. Come per le missioni Apollo in passato, una missione umana su Marte nei prossimi anni, ispirerà le generazioni future a credere che tutto è possibile e può essere raggiunto.

Mars Arctic 365 Dario Parastesh character information video

 

Avete mai sognato di visitare Marte? Beh ABC 4 Utah ha un esclusivo progetto di simulazione spaziale di Marte in Hanksville, e anche se il Pianeta Rosso è a milioni di chilometri di distanza dalla Terra, l'entusiasmo di molti appassionati non è di certo mancato. Sei partecipanti sono stati selezionati da candidati provenienti da tutto il mondo e si sono riuniti presso la stazione di ricerca Desert Mars Society (MDRS) dove hanno vissuto in ambiente simulato.

Per due settimane, MDRS Crew 142 ha lavorato come una squadra per individuare le possibili sfide che gli scienziati dovrebbero affrontare se fossero realmente sul suolo marziano. L'equipaggio è stato condotto dal comandante Digby Tarvin (Australia) e i fortunati ragazzi che sono stati selezionati per unirsi al progetto spaziale sono: Christiane Heinicke (Germania), Dario Parastesh (Italia), Cyprien Verseux (Francia), Carmel Johnston (USA) e Vincent Coljee (USA).

L'equipaggio era allocato all'interno di uno spazio chiamato HAB e costruito da Mars Society nel 2004.
Durante la simulazione i partecipanti non potevano uscire dal modulo abitativo senza aver prima indossato i 17 Kg della tuta spaziale. Detto così forse è riduttivo, ma immaginate che ci possono volere anche 40 minuti per la vestizione e la preparazione.

Le unità abitative a disposizione sono molto piccole, e sul ponte inferiore c'è la camera di pressurizzazione e depressurizzazione, un banco di lavoro e il laboratorio. Sul ponte superiore c'è invece il tavolo da pranzo, la cucina e le cabine per la notte. Tutti gli spazi sono molto ristretti.

Proprio a causa delle condizioni particolari, il programma prevedeva momenti dedicati all'esercizio fisico e mentale ma anche al gioco, in maniera tale da creare un gruppo solido e con gli stessi obiettivi. Ogni giorno, i ragazzi dovevano testare il terreno "marziano" e esplorare il territorio sugli ATV (Veicoli di Trasferimento Automatizzati).

Dario Parastesh, insieme al suo team, è in competizione con altri due equipaggi con l’obiettivo di vincere un posto per il progetto di ricerca della durata di un anno nell'Artico.

La nostra Intervista a Dario Parastesh

MDRS Crew 142

Read 1558 times

Additional Info

Go to top