Samsung Z1: ecco il primo smartphone Tizen OS

Samsung Tizen OS: Samsung Z1 Samsung Tizen OS: Samsung Z1
Nel mondo della tecnologia le smentite sono all'ordine del giorno. Quando tutti, compresi noi, pensavano che il progetto Samsung OS Tizen stava per deragliare, arriva la notizia: è ufficiale il primo smartphone con sistema operativo Tizen a bordo. Ecco le specifiche, i prezzi e la distribuzione.

Ne abbiamo parlato in molti post. L'idea di Samsung era, in origine, quella di sganciarsi gradualmente da Android per creare un proprio sistema operativo (per dispositivi mobili) capace di reggere botta al il robottino verde. Sappiamo delle difficoltà che questo progetto ha avuto, i rallentamenti, i cambi di strategia (come l'adozione di Samsung Tizen OS nei nuovi smart tv di samsung presentati al CES 2015) ma ora, Samsung Tizen OS è realtà: nasce Samsung Z1 il primo smartphone con sistema operativo Tizen integrato.
Samsung ci ha davvero stupiti? in realtà no. E' vero, avevamo intravisto l'abbandono di Samsung OS Tizen nel mondo degli smartphone ma il nuovo modello della casa coreana è tutt'altro che entusiasmante.

Samsung Z1: il primo smartphone al mondo con Tizen OS

Samsung Z1 non è un top di gamma, non è il modello che tutti attendevano e, soprattutto, non sarà l'inizio della rivoluzione Tizen di Samsung. In primis, si tratta di un modello super economico e super entry level dalle prestazioni basse e dal prezzo super contenuto. Il dispositivo verrà venduto, per ora solo in India, un mercato emergente perfetto, secondo Samsung, per testare il nuovo sistema operativo. Il prezzo è bassissimo si parla di 5.700 rupie indiane, l'equivalente di 77 euro in Europa. Il prezzo non può che tradire caratteristiche tecniche davvero da entry level. Andiamole a scoprire:

- Schermo da 4 pollici WVGA (800×480) con tenologia PLS TFT;
- Processore dual core a 1,2 GHz;
- RAM: solo 768 MB;
-  4 GB di memoria interna espandibile con microSD (fino a 64 GB);
- La fotocamera posteriore è da 3,1 megapixel;
- La fotocamera frontale: è VGA
- Dual SIM android;
- Bluetooth 4.0;
- LA batteria è da 1.500 mAh;
- Modalità di risparmio energetico Ultra Power Saving Mode;
- il sistema operativo è Samsung Tizen OS in versione 2.3 (e non 3.0!!);

Stiamo parlando di uno smartphone dual sim android davvero di fascia bassa. Per la commercializzazione in India, Samsung ha messo in piedi un'ottima strategia di marketing volta alla sensibilizzazione verso questo dispositivo: ha stretto delle collaborazioni con i fornitori di servizi multimediali Indiani così da garantire la fruizione di musica e video ai clienti, inoltre nel Samsung Z1 è presente un'antivirus preinstallato progettato proprio da Samsung con la possibilità di richiedere un SOS in caso di emergenza tramite geo-localizzazione satellitare. Infine, il telefono sarà abbinato ad un pacchetto promo che vedrà la fornitura di 500 MB di internet per 6 mesi.

Tornando al Samsung OS Tizen ci sono alcune considerazioni da fare: il nuovo sistema operativo di Samsung nasce dalla logica di un OS leggero e user-frendly adatto, per ora, a modelli low-cost (come Samsung Z1). Due sono i punti a favore di Samsung:

- Utilizzando il  Tizen app store non si potrebbe scaricare app android ma grazie ad un software dedicato ,l'Application Compatibility Layer (ACL) di OpenMobile, sarà possibile far girare le app android su Samsung Tizen OS. “con performance paragonabili a quelle su Android” a detta dei dirigenti Samsung.
Ecco il video che testimonia la possibilità di installare What's Up su Samsung Tizen OS (con uno sguardo alla grafica dell'UI):

- L'altro vantaggio sta nell'utilizzo di questo sistema operativo proprietario anche nei nuovi smart tv. La condivisione di contenuti e la connettività tra i due dispositivi sarà totale. 

In definitiva è una prova strategica di Samsung per testare il suo nuovo sistema operativo. A livello puramente strategico, però, Samsung arriva tardi. Infatti, in India, ormai da mesi, sono stati commercializzati i dispositivi di Google Android One. Samsung tenta la difficile scalata in un mercato già occupato da dispositivi brandizzati Google, ce la farà?



Read 1699 times
Go to top