Ti trovi qui:Scienza e Tecnologia»Articoli»Hi-Tech»Google Cast for Audio VS Apple AirPlay


Google Cast for Audio VS Apple AirPlay

Google Cast for Audio Google Cast for Audio Credits by 4marketing.biz
Durante la kermesse annuale del CES (in versione 2015), Google ha presentato la sua tecnologia di streaming audio proprietaria chiamandola Google Cast Audio. Questo sistema si mette in aperto contrasto con Apple Airplay un sistema analogo che è già presente da diversi anni.
Google Cast for Audio è un sistema di streaming dedicato all'audio generabile attraverso degli accessori compatibili (come speaker e altoparlanti, sound bar e ricevitori). Il segnale viene lanciato, come di consueto, da applicazioni android dedicate che supportano questa tecnologia (un pò come succede per Chromecast).

"Sulla base del successo di Chromecast, siamo entusiasti di espandere l'ecosistema Google Cast lavorando con i produttori leader quali Denon per includere dispositivi audio". Sono queste le parole di Suveer Kothari, direttore dello sviluppo del business di Google Cast.

Google ha già siglato importanti partnership con grandi brand quali Sony, LG, e HEOS by Denon). Sarà proprio HEOS by Denon il primo accessorio compatibile con questa tecnologia (lo vedremo). 
Le applicazioni attualmente compatibili sono invece Deezer, Rdio, iHeartRadio, TuneIn, Pandora, NPR One e ovviamente, Google Play Music.
 
La tecnologia sarà la stessa di Chromecast. Infatti Google Cast è un protocollo, lo stesso che ci permette il corretto funzionamento di Google Chromecast. Questo protocollo viene ora ampliato ed ottimizzato per l'audio creando appunto Google Cast for Audio. Questa tecnologia, verrà applicata per la generazione di musica in streaming tramite un cloud dedicato che ne manterrà il suono pulito grazie a pacchetti dati migliori. Inoltre, prelevando le informazioni direttamente dal cloud, potrà essere utilizzato senza problemi lo smartphone o il tablet per altri scopi senza intaccare troppo il consumo di batteria.

Il funzionamento di Google Cast for Audio è molto semplice (praticamente il medesimo di Chromecast). Basterà cliccare sul pulsante Cast tramite un'applicazione android dedicata e supportata. A questo punto, l'accessorio ricevente (connesso ad internet con la medesima fonte dello smartphone o del tablet) attiverà lo streaming tramite Cast audio.

Parlavamo di HEOS by Denon, sarà proprio questo produttore a creare il primo speaker compatibile con tecnologia Cast audio di Google. Nel 2015 Google rilascerà altre importanti collaborazioni per la creazione di speaker e accessori dedicati con altri produttori importanti come Broadcom, Marvell, MediaTek e il system integrator Libre Wireless. La nuova tecnologia, includerà presto anche le  Android TV, le console da gioco e i set-top box.

HEOS by Denon: ecco il primo speaker Google Cast Ready

Heos By Denon Google Cast For Audio

Al CES 2015 Google Cast for Audio viene presentato tramite la piattaforma LG FLow music (un complesso musicale composto da speaker Wi-Fi e sound bar). Nei negozi di elettronica, però, gli speaker e le sound bar che permetteranno la generazione di contenuti musicali tramite Google cast saranno altri.

Il primo accessorio a fregiarsi dell'appellativo di Google Cast Ready sarà uno speaker di HEOS by Denon. I modelli, in realtà, saranno tre: 

- HEOS 3: adatto a piccolo spazi (come una camera da letto o piccoli uffici);
- HEOS 5: può essere adatto ad un soggiorno (magari per una festa);
- HEOS 7: modello più complesso con due tweeter, due driver midrage e un subwoofer;

Mentre, però, spotify si defila (giustamente vede un concorrente diretto in Google cast for audio) Apple promette battaglia: infatti, ormai da anni, un sistema analogo di stremang musicale esiste già: stiamo parlando di Apple AirPlay.

Apple Airplay: Apple è arrivata prima

Apple AirPlay, in precedenza noto come AirTunes, è un protocollo proprietario Apple per lo stremaing di file multimediali (non solo audio) attraverso iTunes. Anche Apple aveva previsto un'implementazione per Apple Tv e anche Apple si era soffermata su all'aspetto audio, creando partnershio con Bose , Yamaha , Philips , Marantz , Bowers & Wilkins , Pioneer , Sony , e Denon. Ecco proprio Denon. Infatti, la casa produttrice di speaker e sound bar ha dichiarato che supporterà entrambe le tecnologie. Molto probabilmente, anche gli altri produttori faranno la stessa scelta per non scontentare nessun utente.

Insomma ci risiamo: di nuovo Apple contro Google. Questa volta lo scontro è per lo streaming musicale wireless. C'è, comunque, da sottolineare che Apple, almeno questa volta, sembra essere arrivato prima e che Google si sta solo accodando.

L'utilizzo di Google Cast for Audio sarà, per ora, riservato solo agli Stati Uniti ma non è escluso che possa poi approdare nel vecchio continente e, magari, anche in Italia.


Informazioni aggiuntive