Robotics Challenge DARPA

Darpa Virtual Robot Darpa Virtual Robot DARPA

Con l'invio di un robot virtuale attraverso una zona di disastro simulato, una squadra della NASA ha autorizzato la prima fase della Robotics Challenge DARPA, vincendo il finanziamento per rendere i robot più resistenti e che potrebbero sostituire l’uomo in situazioni di emergenza, come ad esempio le conseguenze di un terremoto o di incidente nucleare.

Un totale di 26 squadre provenienti da otto paesi qualificati si sono sfidati virtualmente dal 17 al 21 giugno. Questi gruppi hanno dovuto usare il proprio software per manovrare un robot simulato attraverso un percorso ad ostacoli virtuale e completare alcune attività come salire e guidare un veicolo, camminare su un terreno irregolare, arrancare nel fango, e collegare una manichetta antincendio ad un tubo e girare una valvola.

A quanto pare, rimanere in posizione verticale non era uno dei requisiti per avanzare al livello successivo: l'Università della California, Santa Barbara, che ha collaborato con il Jet Propulsion Laboratory della NASA (JPL), ha spiegato come sono arrivati al traguardo​​. Il loro robot camminava all'indietro nel fango e in avanti sopra le colline ed intorno i mattoni poiché ritenevano poco sicuro avanzare in piedi.

Dal momento che i team sono stati penalizzati per le cadute, molti hanno usato alcune strategie innovative a piedi scegliendo il “virtual robot crab-walking”.

Le prime sei squadre riceveranno un robot Atlas, sviluppato dalla Boston Dynamics, che dovranno guidare attraverso un percorso ad ostacoli del mondo reale nei DARPA Robotics Trials (Dicembre).

Con un occhio al futuro, oltre ai robot per la risposta ai disastri, alcune squadre lavorano a robot in grado di contribuire a migliorare la protezione e la produttività. 

VRC Driving Example 2X SPEED

Read 2044 times
Go to top