Google Plus qualcosa si muove

Google Plus 4.4 Google Plus 4.4 Credits by: Mirko Tardocchi

Da pochi giorni il social network di big "G" ha ricevuto un massiccio ed importante aggiornamento. Scopriamo quali sono le novità più significative. 
In origine è stata rilasciata la versione per kitkat 4.4 e dopo alcuni giorni anche per firmware precedenti. In questo aggiornamento (versione 4.4) cambia davvero tutto. Dalla grafica, alle funzionalità di sistema.

Grafica ridisegnata

A primo impatto Google plus versione 4.4 si distingue dalla versione precedente per le bande cromatiche, ma andando più a fondo si notano altre differenze davvero importanti.

Colore barra di stato

E' un rosso molto più intenso (quasi porpora) che cambia non poco l'impatto visivo dell'applicazione. Il logo rimane lo stesso con i bordi leggermente rivisitati (quasi invisibile quello sinistro e quello inferiore) per amalgamarsi al nuovo colore.

UI e interfaccia utente

Cambia completamente la visualizzazione delle informazioni di base e dei menù. Scompare la famosa barra laterale a swipe che contraddistingue i prodotti Google (ne sono esempi Google play music o Gmail) rendendo così l'idea della standardizzazione di quest'ultima solamente un ricordo.

Non sappiamo se nei prossimi aggiornamenti anche le altre applicazioni si allineeranno a questa scelta. Nella barra centrale posta in alto si possono scegliere i vari profili (o pagine) di cui si ha accesso.
In alto a destra ci sono i pulsanti di notifica (cliccandoci sarà poi possibile eliminare le notifiche già lette) che ricalcano la versione desktop.

La vera novità è la seconda barra di menù bianca sottostante, che prevede un comodo tasto "search" e una freccia rivolta verso il basso che ci permette di entrare nelle varie impostazioni dell'applicazione (le sviscereremo successivamente) con transizioni tra una funzione e l'altra davvero molto fluide e piacevoli.

Pulsante di condivisione (aspetto grafico)

Un'elemento davvero innovativo e piacevole è il comodo pulsante di condivisione completamente rivisitato. In basso a destra è infatti presente un cerchio con una leggera ombra in rilievo che racchiude l'icona di una matita. Cliccandoci si apre un pop-up (mediante la medesima transizione della barra del menù) che ci permette di scrivere un nuovo post (anche qui approfondiremo le nuove funzioni relative alla condivisione nell'apposita sezione).
Il pulsante di condivisione scompare nel momento in cui l'utente effettua un qualsiasi scrolling.

Profilo e trasparenze

Come succede nel Google play music, il nuovo profilo di Google plus prevede la comparsa progressiva della barra principale rossa che compare, facendo offuscare la copertina, durante lo scrolling. Questa, piano piano, diventa sempre meno trasparente fino a raggiungere la sua forma originale (quella della home). Su tablet, infine, è stato rivisto il posizionamento dei post (più armonico) e le loro dimensioni in relazione al contenuto.

Nuove funzionalità:  barra del menù e storie

Nell'approfondimento grafico abbiamo già sfiorato i temi legati alle nuove funzionalità di Google plus in versione 4.4. Le grandi novità del social network risiedono tuttavia nella barra bianca sottostante alla barra principale rossa e al contenuto del pulsante di condivisione.

Barra di stato bianca

Cliccando sulla freccia rivolta verso il basso si apre una finestra per la gestione delle attività principali di Google plus. La barra bianca prende tutta la lunghezza del dispositivo (facendo scomparire così il pulsante di ricerca). Dopo qualche secondo di inattività il suddetto pulsante ricompare. Le novità sono le funzioni in evidenza da cui si accede alla sezione "Tutto" (quella di default), Le mie cerchie" e "Le mie community". Queste sezioni ci danno la possibilità di passare velocemente alla funzione desiderata (dando grande rilevanza alle community molto care a Google).
Ogni sezione prevede anche comodi tweak che gestiscono le notifiche.
In basso sono presenti i due pulsanti per la parte "esplora" cioè "temi caldi" e "qui vicino". in basso la barra si chiude con due piccole icone: "eventi" e"foto. Con la seconda icona si possono creare nuovi eventi ma la novità è legata alla sezione dedicata alle foto.
Google Plus pulsante di condivisione - Credits by Mirko Tardocchi

Foto

Qui la barra laterale a swipe esiste ancora e non cambia neppure la possibilità di switchare tra le diverse pagine o i diversi profili. Le grandi novità sono legate invece alla catalogazione delle proprie foto.
Ecco la funzione "storie".
Questa funzione vuole sostituire la vecchia funzione "album" (che è comunque ancora presente) e da la possibilità di catalogare le foto per data, giorno e luoghi visitati creando così dei veri e propri album autogenerati.
La base di questa funzione avanzata sono le autocatalogazioni presenti nei top di gamma come Samsung Galaxy S5 o HTC m8.
Un'altra interessante funzione automatica è l'"automoves". Google plus, infatti, creerà automaticamente dei brevi filmati direttamente dalle foto. 
Tornando alla home di "foto" è possibile creare nuove GIF animate e/o album con immagini multiple direttamente dal pulsante "+", posto in alto a destra, scegliendo tra motion o azione e mix. Inoltre lo scorrimento dello storico delle foto è stato rivisto migliorando la ricerca per data (o giorno) mediante una comoda barra laterale.

Pulsante di condivisione (aspetto contenutistico)

Nella sezione dedicata ai settaggi è possibile disattivare la ricondivisione sia dei post sia dei commenti, mentre in basso è possibile aggiungere links (icona dell'ancora) e le emoticon. La prima icona è però la più importante. Infatti se si vuole aggiungere una foto comparirà una griglia di controllo con tutte le immagini (anche quelle sincronizzate con l'account di Google); il primo box a sinistra raffigura la fotocamera in tempo reale con la possibilità di scattare istantaneamente. Con uno scrolling verso l'alto si può alzare la griglia per poter vedere una quantità maggiore di foto. 
Concludendo, Google plus è stato spesso motivo di critiche ma con questo importante aggiornamento raggiunge un livello di stabilità e facilità di utilizzo davvero significativo.



Read 1927 times
Go to top