Google I/O 2014: Ecco Android Lollipop la major release di Android

Google I/O 2014: Ecco Android Lollipop la major release di Android

25 Giugno 2014 -   A San Francisco come ogni anno si è consumato il Google I/O, e questa edizione verrà ricordata per molti anni! Nasce infatti Android L (lollipop) che concretizza tutto quello che avevamo detto e anticipato su Project Hera. Diventano una realtà anche Google Wear e Android Auto. Sullo sfondo, il fil rouge che collega tutte le novità di Google, il cross device totale.

 

Android L: arriva lollipop

Il lecca-lecca di Google rischia di monopolizzare l'industria hi-Tech per molto tempo. Ne avevamo già parlato, project Hera consisteva in un progetto top secret per unificare grafica, funzioni e notifiche su tutto l'ecosistema Android. Nel post ipotizzavamo la possibilità che dietro il nome mitologico Hera si nascondesse il nuovissimo sistema operativo Android 5.0. Questa supposizione si è rivelata corretta: è infatti già passata l'era di Kitkat.

Grazie agli sviluppatori di Mountain Veiw, nasce Android Lollipop (L) e cambia tutto, dalla grafica (davvero stravolta), ai contenuti.
Da ieri sera è disponibile (per gli sviluppatori) il download della versione Android 5.0 Lollipop, la così detta "developer Prevew". Per il lancio vero e proprio dovremo attendere l'autunno. Ecco tutte le novità.

Material design: la grafica di Android Lollipop

La grande novità della nuova major release di Android è una grafica completamente ridisegnata che fa il paio alle nuove versioni di Gmail (ne seguirà a breve un'altra) e di Google plus (versione 4.4).
Il nome in codice è Material design, vediamo di cosa si tratta.
Material Design è il tentativo concreto di Google di realizzare un'interfaccia grafica multi piattaforma incentrata non solo agli smartphone, ma anche ai tablet e, per la prima volta, ai dispositivi desktop (Chrome OS). La grande novità infatti risiede nel linguaggio comune che ogni dispositivo dell'ecosistema android andrà ad assorbire. In questo video sono indicate le principali linee guida da seguire per le future applicazioni di android.

Nel video, sintetico ma esaustivo, sono descritti tutti i vari aspetti grafici da seguire scrupolosamente. Nella nuova veste grafica di Android è fondamentale l'aspetto tipografico con il font di sistema (Roboto) che si aggiorna e si rinnova per essere compatibile con qualunque dispositivo Android. I colori sono morbidi e prediligono le tonalità pastello.

Infine, la mission di Lollipop è la chiarezza e l'ottimizzazione degli spazi delle applicazioni. Fondamentali sono le animazioni: vengono predilette le swipe, i Zoom e i clic, oltre che al tocco del display per rendere l'esperienza utente assolutamente fluida e gradevole.

Le novità dell'UI di Lollipop sono presenti praticamente su ogni aspetto di Android. Ecco alcuni esempi:

Player musicale

Si adatterà perfettamente alla grafica flat (basata su schede) di cui avevamo rintracciato l'esistenza già nel Project Hera. Transizioni, menù a scomparsa e swipe sono fluidi e piacevoli. Lo stile è minimale e molto colorato.

Tastierino numerico e dialer

Lo sfondo è bianco e i tasti azzurri (composti solo da numeri); predominano le forme curve e circolari. Nel Dialer viene riproposta la transizione a scomparsa di Google Plus e Google Play music con l'immagine del contatto che scompare a favore di una banda cromatica uniforme e sgargiante.

Gmail come Google Plus 

Anche l'applicazione del mailing di sistema di Google si allineerà con Android L. Molti elementi, davvero tanti, vengono ripresi dalla nuova interfaccia di Google Plus in versione 4.4: dal pulsante di modifica circolare ai colori rosso intenso. 

Notifiche interattive 

Anche le notifiche dei dispositivi Android che monteranno Lollipop prevederanno delle modifiche. Come succede per molte lockscreen di terze parti, sarà possibile gestire le notifiche direttamente dalla schermata di blocco. Nulla di nuovo ma le animazioni a comparsa che espandono la notifica sono davvero gradevoli e leggere.

Google Chrome

Non poteva essere altrimenti. Come per Gmail, anche il browser stock di Android si allineerà a Lollipop.
La novità di rilievo è che anche la versione desktop si aggiornerà portando con se grandi novità. Tra le più importanti c'è l'implementazioni delle animazioni a 60 fps e, come anticipato nel post del project Hera, la presenza di un nuovo taskmanager più completo e molto vicino all'idea di taskmanager di Android.

Tasti virtuali

Anche i tipici tre tasti virtuali vengono rivisitati con forme minimal ed essenziali. Sono presenti un cerchio al centro, un quadrato a destra e un triangolo a sinistra.

Processori a 64 bit e potenza superiore

La nuova release di Android porterà miglioramenti sotto ogni aspetto, soprattutto a livello di prestazioni.
Una delle più importanti novità è sicuramente il supporto ai nuovi dispositivi a 64bit, che sono una contro-mossa fondamentale alla commercializzazione dell'ipad air ipad air con architettura a  64bit. 

Android Lollipop (L)
utilizzerà la tecnologia ART e non più Dalvik che, secondo i vertici Google porterà ad un raddoppio delle prestazioni generali del robottino verde.
 
Nell'insieme sono state preparate oltre 5000 API destinate agli sviluppatori.

In conclusione, il restyling grafico è imponente e anche le principali novità legate al crossdevices e alle funzionalità intrinseche dei nuovi dispositivi lasciano ben sperare. Android L Lollipop vuole rivoluzionare il mondo Android in tutte le sue forme, e la grafica di riferimento sarà il fulcro da cui partire per esportare questa innovazione a tutti i dispositivi Android (vedi Android Auto e Android Wear).
Presto faremo un'altro post focalizzato sulle novità Del Google I/O 2014 con un'ulteriore approfondimento sul Project Volta.

 

Read 2711 times
Go to top