Beautiful design by Google: non tutte le app sono uguali! 

Beautiful Design 2014 Beautiful Design 2014

Lo avrete notato: quando recensiamo un'app la nostra attenzione non si limita alle funzionalità ma anche alla grafica, per noi davvero molto importante. Anche Google la pensa così è, con l'avvento del material design, questa tendenza di premiare le app più belle esteticamente è divenuta preminente. Big "G" ha infatti indetto una sorta di contest che va a selezionare le migliori applicazioni a livello estetico: Ecco il Beautiful design Summer festival.

Google ha creato un'apposita sezione nel Play store dove vengono elencate le applicazioni per android che a vista del gigante dei motori di ricerca, si sono distinte per grafica e piacevolezza estetica. Le applicazioni fin qui inserite sono undici, tutte diverse tra di loro. Molti potrebbero storcere il naso vedendo che le app in questione non sono poi così eccelse rispetto ad altre meno conosciute come Appy Geek o CM browser. Ma probabilmente la sezione è stata creata da Google inserendo le applicazioni che si possono permettere determinate cifre per essere presenti. Ma andiamo comunque ad analizzare le app che a detta di Google sono le più belle dell'estate 2014. Noi le abbiamo provate per voi!

Gogobot - City and travel guides

In effetti la grafica di questa applicazione android alternativa a TripAdvisor è davvero studiata nei minimi dettagli. 
 
Aprendo l'applicazione per la prima volta, questa ci restituisce una bella immagine di sfondo con in basso i tre pulsanti social per l'accesso molto minimal e leggeri. 
 
Una volta fatto il login, l'app ci indica le personalizzazioni disponibili, un po' come accadeva per Cover, filtrando i vari settori di interesse (luxory, night style, family, foodie, history e budget) il tutto con sfondi a tutto schermo che si alternano in modo dolce e piacevole. Con la freccia in basso a destra si prosegue. Qui si potrà selezionare ulteriori filtri elencati in stile material design con una selezione multipla.
Selezionando i propri filtri si creerà una nuova schermata personalizzata a partire dalla propria posizione. Sempre con una grafica ricercata si creeranno tre aree di interesse in basso a sinistra (stay, eat, play). Cliccando su una delle sezioni si accede alle recensioni di hotel (stay) di ristoranti (eat) e locali (play). Nella schermata principale troveremo anche le informazioni climatiche a destra. Tutto è condito dalla possibilità di scattare foto e condividerle con la comunità. Presente anche una comoda selezione manuale della località in assenza di segnale GPS o internet.
A dirla tutta, se prima di utilizzarla c'era scetticismo, ora più essere davvero annoverata con cognizione di causa tra le migliori app dell'estate 2014 sia per grafica, ma anche per idea e funzionalità.

Vivino - scanner per il vino

La seconda applicazione android che entra nella top undici del contest è una app geniale. Entrando nell'app si carica il menù di login con una veloce transizione dal basso verso l'alto il tutto su di uno sfondo color rosso porpora (ovvio richiamo al colore del vino rosso). Dopo aver creato il classico profilo, cliccare su "fatto" in alto a destra. Dopo essersi registrati si accede al clou dell'applicazione: basterà scattare una foto al proprio vino e si accederà alla sezione dedicata in stile material design con recensioni, commenti, tasso alcolemico, abbinamenti gastronomici e tante altre informazioni utili per stupire i commensali. La grafica è pulita, con l'ormai classica transizione a comparsa/scomparsa nella sezione del vino (tipica dei servizi Google).
Geniale e ben riuscita ma 25 MB sono davvero troppi! 

Fifa

L'applicazione della potentissima federazione calcistica europea, si sviluppa in box rettangolari semi trasparenti con uno sfondo simile a quello di Muzen. Non male ma nulla di eccelso. Immancabile il menù a swipe sulla sinistra, ma, a parte le spettacolari trasparenze della sezione dedicata agli incontri live, a mio modesto parere esistono davvero molte altre applicazioni da inserire in questa particolare classifica (come forza calcio, 365 e Sofascore per restare in tema calcistico).
Il potere trova sempre le possibilità di emergere. 

 

Lumosity

"Challenge your brain with scientifically designed training" - ecco lo slogan di questo sorprendente allena mente. Lo stile materil desing si fa sentire e le sezioni sono suddivise tramite box rettangolare grigi con shadow molto forti e pronunciate, non così raffinate a dire il vero.
L'applicazione è in inglese e appena si inizia si può scegliere tra quattro diverse sezioni di comportamento da "allenare" per ogni macrocategoria delle cinque disponibili: "memoria", "velocità", "attenzione", "flessibilità" e "risoluzione dei problemi". Si possono selezionare anche più categorie. 
Creata una sorta di combinazione personale, si accede tramite social network al quiz.
Il bello, esteticamente parlando, arriva proprio nelle animazioni dei quiz, veloci, scattanti e estremamente precise. Anche le transizioni di fine quiz e quindi i premi o i livelli sono molto vicini all'idea di Android L (lemin pie) e sono davvero ben riusciti. Nel complesso una buona app anche se un pò disordinata.
Infine, come in spotify,le prime transizioni non funzionano su tablet e in landscape, ma qui è tutta l'applicazione a non funzionare correttamente su tablet.

Spotify

Parliamo di applicazioni per android nel settore musicale e sappiamo che questo tipo di apk ispirano gli sviluppatori che creano davvero dei piccoli capolavori. Spotify non ha bisogno di presentazioni, è una delle app più importanti e potenti nel settore e anche la sua grafica è davvero bella e studiata. Belle le transizioni iniziali verde e nero, peccato per la parte di login che non funziona in landscape e su schermi più grandi come sui tablet (a differenza delle altre nove app che si adattano alla perfezione).
Effettuato il login tutto funziona, e il primo impatto è davvero importante: in alto c'è un rollover dei principali brani del momento che si aggiorna quotidianamente, scrollando verso il basso troviamo numerosi square che simboleggiano un determinato momento della giornata o una particolare situazione. Ogni square è indicato da un'icona minimal ma efficacie mentre sullo sfondo in trasparenza è presente un'immagine rappresentativa.
Aperta una determinata sezione si accede ad una classica lista di raccolte di brani che ben rappresentano le sotto categorie dello square ( es. sezione morning-in treno). A sinistra è presente la possibilità di utilizzare dei filtri.
Tornando nella home, sulla sinistra è presente la solita barra del menù a swipe con possibilità di scegliere (oltre a "sfoglia" di cui abbiamo già parlato) anche la sezione radio e la musica.
In "radio" si rivede il rollover in alto con i principali artisti del momento, questa volta con icone circolari. Scrollando come nella home, sono presenti tutti i generi musicali principali (non in stile square ma solo tramite una lista sempre su sfondo nero). Nella "mia musica" troviamo invece i brani scaricati suddivisi per "playlist", "album" e "artisti".
Insomma un'app davvero completa e bella da vedere che basa il suo stile minimal sui colori nero e verde. Un'alternativa a Spotify è senza dubbio l'app di Timmusic davvero ben realizzata.

 

Doulingo

Un'altra applicazione android davvero ben riuscita: parliamo di uno dei migliori modi per imparare l'inglese. L'app si apre su uno sfondo azzurro e nuvole bianche in movimento con la possibilità di assaggiare le caratteristiche dell'app al centro (tramite un simpatico rollover con swipe a destra o a sinistra). Selezionando "nuovo utente" o "login" si può scegliere la lingua da imparare (l'inglese è quella predefinita).
Ecco l'homepage di Doulingo. Classico menù a swipe sulla sinistra, mentre al centro predomina la forma circolare con i vari "livelli" di preparazione della lingua. Cliccando su una simpatica icona si apriranno le diverse lezioni del livello che si sviluppano tramite box rettangolari che divengono più grandi quando selezionati. Cliccando su "inizia" si accede ad una sorta di quiz che ti permette di superare il box e passare al successivo. Superando una certa prova comparirà un "flag" a scomparsa che ci restituirà il risultato (risposta corretta o meno). In alto a destra sono inoltre presenti delle vite, proprio come se ci avventurassimo in una sorta di gioco di ruolo. La grafica è minimale con grigio per lo sfondo, arancione e blu per gli elementi. Imparare l'inglese divertendosi, con Doulingo è possibile.
Nello stesso campo (quello dell'insegnamento delle lingue) segnalo Babbel con grafica minimalista e ancor più semplificata.

 

SeriesGuide

Con questa app parliamo di Serie tv. Con SeriesGuide sarà possibile monitorare e mantenere a portata di tap ogni singola serie e ogni singola puntata. I colori che predominano sono quelli del viola e del nero. A primo impatto l'applicazione non si rivela così eccelsa esteticamente, ma aggiungendo le proprie serie, si notano tutti gli aspetti positivi di SeriesGuide.
Nella sezione dedicata alla singola serie si nota l'accuratezza e la minuzia di particolari, dai voti dei critici alla serie, fino alla valutazione della singola puntata con trama link e collegamenti esterni.
A mio modesto parere esistono altre applicazioni, forse meno inflazionate, ma che offrono lo stesso identico servizio con una grafica sicuramente più accattivante. Serie tv di FEMA (una start up italiana tra l'altro) offre le stesse caratteristiche con una grafica a mio parere più ricercata, con transizioni ancor più spettacolari e immagini che si susseguono nell'header dell'app davvero molto accattivanti.

Airbnb

Airbib è un'ottima applicazione android che permette di avere sempre a disposizione i propri itinerari di viaggio con le recensioni dei migliori posti di tutto il mondo. E' possibile creare una propria recensione per ospitare dei clienti in una propria struttura ricettiva (il così detto "House sharing"). Nelle sezioni iniziali sono presenti le consuete immagini in dissolvenza a tutto schermo. Dopo essersi loggati si entra nella home, caratterizzata dal carousel di caricamento davvero piacevole che alterna diverse icone. Dopo il caricamento ecco comparire i classici square delle varie destinazione con icone circolari che indicano i proprietari delle location (se privati). Cliccando su uno square si accede o alle recensioni delle varie località o ai dettagli della location scelta.  Nel primo caso (es Toscana come posto famoso) lo schermo mostra le varie recensioni, a destra delle mappe dettagliate. Nel secondo caso invece saranno presenti le gallerie fotografiche a destra, mentre a sinistra saranno elencate tutte le informazioni necessarie come il check-in e check-out. Immancabile l'immagine circolare del privato in alto. La grafica è davvero eccelsa con colori forti come il rosso e l'arancione degli square che spiccano e contrastano rispetto ai colori di base. Belli i dettagli le shadow in stile Google e le transizioni veloci. Come consuetudine a sinistra è presente un comodo menù swipe con la possibilità di gestire le proprie strutture e avere informazioni sui vari servizi. Infine, immancabile, il tasto cerca in alto a destra.



Runtastic Pro (a pagamento 4,99 euro)

La versione qui recensita è quella gratuita mentre nella top undici di Google è presente quella a pagamento (pro a 4,99). La famosissima app di monitorazione dell'attività fisica si presenta subito bene già dal logo davvero ben realizzato e curato nei minimi dettagli. Aperta l'app compare una slide con un parco verde e un uomo stilizzato che corre, mentre in basso al centro, è presente il pulsante scopri (che si anima con una transizione di rimbalzo a sinistra). Scorrendo le slide si nota subito lo stile di Runtastic con icone circolari molto grandi e davvero ben fatte.
La classica interfaccia di login è caratterizzata da una transizione dall'alto verso il basso in stile Android L davvero scenografica. Dopo essersi loggati, compare la home dell'app (il diario) con un grande calendario (a sinistra) per gestire l'attività fisica con tanto di calorie e tempi in bella vista e una mappa sulla destra. La classica barra del menù a swipe a sinistra questa volta è centrale e realizzata con diversi colori (si va dal blu vivo al verde) e con un'effetto davvero piacevole. Nella medesima barra sono presenti tutte le altre sezioni di Runtastic. 

Attività: in questa sezione sarà possibile gestire i propri spostamenti sulla mappa (a destra) mentre a sinistra (se si dispone dell'app) sarà possibile ascoltare musica con RuntasticMusic.

Percorsi e ripetute: sono attività della versione pro ma saranno sicuramente curate nei minimi dettagli come le altre.

Piani di allenamento: qui si potranno acquistare sul playstore gli altri piani dalla corsa fino alla prova bikini. Il tutto gestito da una grafica lineare e multi colore sulla base dell'azzurro.  

Story running: ecco una sezione davvero interessante che si apre con uno sfondo blur davvero intrigante. Si tratta di una raccolta (a pagamento e non) di brevi saggi sulla corsa. 

Altre app e Negozio: chiari riferimenti ad altre app del mondo Runtastic. 

In definitiva uno dei migliori modi di fare fitness: grafica raffinata e divertente, contenuti completi. Unica nota dolente la tendenza a vendere i propri prodotti ad ogni costo ma è così che si diventa famosi. 





Flight track 5

Accedendo all'app si va subito al succo dell'applicazione: tracciare e monitorare i voli di tutto il mondo. In un ambiente dominato dal blu scuro, la barra di stato pone un + in alto a destra (con una freccia animata che ci mostra cosa fare al primo accesso). Cliccando sul + possiamo agire sul nostro primo volo. In questa sezione sarà possibile scegliere l'aeroporto e il numero di volo (su uno sfondo di nuove blur). Dopo aver inserito i dati comparirà in basso il calendario dove potremo selezionare il giorno della partenza.

Plus pazzesco: scuotendo il dispositivo il sistema richiederà le informazioni di un volo a caso!  (random)

Molto bella l'animazione di caricamento della pagina con un'icona di un aeroplano. Quando la ricerca sarà finita, l'icona dell'aereoplano "volerà" lasciando una scia bianca.

Effettuata la ricerca ecco la grande mappa che ci restituirà le informazioni sulla tratta del volo. Cliccando nei tre box che rilasciano le informazioni sul volo si accede a sotto categorie sempre ben realizzate. Nel box centrale si parla di orari e di puntualità del volo ma cliccandoci sopra si accede alle specifiche del volo con la possibilità di avere ulteriori dettagli sull'aereplano in analisi. Sarà possibile sapere la compagnia aerea (possibilità di chiamare la stessa compagnia), la durata del volo, l'intero itinerario dei voli alternativi e la classica condivisione sui social.
In alto nel micro box sarà possibile attivare le notifiche per il volo in questione e l'aggiunta al calendario. Negli altri due box (quelli di arrivo e di partenza) sarà possibile scoprire il meteo del luogo, in tempo reale, e la possibile variazione di orario (anche le eventuali rettifiche). Tornando indietro comparirà una sezione di riepilogo con tanto di faccina dell'utente rigorosamente circolare.

Nel complesso un'ottima app per il tracciamento degli aerei ma non funziona correttamente su tablet.

Lo abbiamo detto: sono undici app davvero belle, alcune non funzionano perfettamente su tablet (Flight track 5 e Lumosity), altre forse, hanno dei concorrenti esteticamente migliori (Serie Tv per Seriesguide e Babbel per Duolingo).

Ci sono app invece che ci hanno stupito come la stessa Flight track 5 (davvero impressionante per funzionalità e grafica) ma sopratutto Vivino, Runtastic e Airbnb davvero belle e complete.


Read 1937 times
Go to top