Android P Volume Slider: l'app per replicare le funzioni del volume di Pie

 Android P Volume Slider  Android P Volume Slider Credits by: youtube
Una delle maggiori novità della nuova release di Android (Android Pie) è, senza ombra di dubbio, la gestione dei volumi. Anche se la maggior parte dei dispositivi non è ancora aggiornata ad Android Pie, grazie al lavori degli sviluppatori di Xda sarà possibile provare, almeno in parte, le nuove funzioni su praticamente tutti i dispositivi Android. Scopriamo Android P Volume Slider!

Android P Volume Slider: una app in grado di replicare la gestione del volume di Android p su tutti i dispositivi

Come spesso accade, quando una funzione delle nuove release piace alla community molti sviluppatori cercano di replicarle mediante app di terze parti. Questo è avvenuto anche per il controllo del volume di Android Pie. Scopriamo Android P Volume Slider una app sviluppata da XDA (nello specifico da Yogesh Dama) rilasciata nel play store poche settimane fa.

Dopo aver installato l'app a questo indirizzo, si dovranno attivare i permessi sia per quanto riguarda l'accessibilità (primo pulsante in alto), sia per le modalità non disturbare (è il sistema a richiedercelo appena aperta l'app).

Dopo aver attivato in alto a destra l'app aver accettato e attivato entrambi i permessi l'app sarà pronta a funzionale.

Android P Volume Slider cerca di replicare tutte le funzioni dei volumi di android p. L'effetto è notevole in quanto la grafica è la medesima dell'ultima versione di android. I volumi, attivabili tramite i pulsanti più e meno, compaiono in verticale proprio come in Android P. Si potrà selezionare il volume di default e cliccando in alto sull'icona delle frecce o in basso sull'icona del volume, si accede alla gestione completa dei vari volumi di android. Nello specifico: suoneria, sveglia e allarmi, bluetooth, notifiche, suoni di sistema e multimedia.

Una gestione completa dei volumi ma con discrete problematiche.

I problemi di Android P Volume Slider

Intanto, la doppia autorizzazione iniziale, chi non è pratico può perdersi nelle impostazioni, inoltre nella versione free, oltre alle invasive pubblicità che ad ogni impostazione modificata compaiono anche per 30 secondi, troviamo la toggle bar persistente, anche nel lock screen, che è  davvero fastidiosa e ridondante. 

Un altro problema riscontrato è certamente l'impossbilità di modificare il volume di default dai tasti più e menu, si dovrà ogni vota andare con il dito sul volume per modificarlo.

Anche il ritardo tra una interfaccia e un altra anche se settabile  non è assolutamente conforme ad un impostazione stock.

Insomma le problemeatiche ci sono, forse la versione a pagamento 0,59 centesimi potrebbe migliorare qualche cosa ma per rendere questa funzione immersiva nei dispositivi non aggiornati a Pie le ore di sviluppo devono essere ancora tante.

Anche la funzione più bella e comoda di android p per quanto riguarda i volumi non è presente: infatti la possibiltà di switchare tra silenzioso, volume e vibrazione non è presente in Android P Volume Slider.

 In generale inoltre queste app di terze parti consumano discreta batteria, nello specifico Android P Volume Slider non sembra consumarne tantissimae difficilmente riescono a replicare in modo stabile la funzione che è nativa nei nuovi aggiornamenti. 

XDA ha provato a rilasciare un'app interessante e sicuramente con i futuri aggiornamenti le cose miglioreranno. Per ora forse è meglio mantenere il volume di default e attendere futuri sviluppi.

Read 79 times
Go to top